Ipotesi evoluzione del mercato 2019-2020

Per valutare l’evoluzione del mercato e in particolare il numero di attrezzature elettromeccaniche che verranno installate in Italia si ricorre ai dati relativi ai recenti bandi regionali pubblicati e che comporteranno l’acquisto di attrezzature per il compostaggio. La stima è relativa al periodo 2019-2020.

Questi bandi sono destinati ai comuni per il sostegno al compostaggio di prossimità. Essi finanziano l’acquisto di compostiere elettromeccaniche finalizzate all’auto compostaggio, al compostaggio locale e di comunità.

In particolare:

  • Lazio: il bando finanzia progetti comunali per 9.100.000 euro. I progetti sono stati presentati anche per raggruppamenti di comuni e giudicati con un punteggio dedotto con vari criteri. I progetti finanziati sono in numero di 135. In un’ipotesi cautelativa si assume qui la previsione di almeno 135 macchine. Inoltre la Regione Lazio ha stanziato la cifra di 1.600.000 euro per Roma Capitale. L’erogazione dei finanziamenti è iniziata con gli anticipi.

  • Campania: La regione Campania si è mossa prima con la richiesta di manifestazione d’interesse da parte di comuni e successivamente ha indetto una gara, come centrale unica d’acquisto, per 198 compostiere con capacità di trattamento di 60 t/anno, 80 t/anno, 130 t/anno.

  • Calabria: La regione Calabria ha stanziato 9.585.874 euro per i 152 comuni sotto i 2000 abitanti prevedendo un tavolo di concertazione con i comuni per la progettazione. Si suppone che ogni comune sia dotato di almeno un compostatore elettromeccanico.

  • Basilicata: ha stanziato 4.000.000 euro per finanziamento ai comuni.

  • Sicilia: il bando è di prossima pubblicazione e punta al supporto dei piccoli comuni considerando anche il nuovo piano rifiuti in elaborazione.

Quando non sono disponibili dati di dettaglio sufficienti la stima è effettuata ipotizzando che il bando porti all’acquisto di macchine medie da 80 tonnellate/anno. Nella realtà il fabbisogno dei comuni potrebbe essere volto all’acquisto di macchine da 130 t/anno o, viceversa, a macchine di capacità inferiore. All’importo del bando viene sottratto il valore del 20% per spese di progettazione e per le campagne di sensibilizzazione e formazione.

Da studi ENEA1 si rileva che una macchina per il compostaggio costi:

Costo = 743 euro X tonnellate/anno + 21000 euro

Si suppone quindi che una macchina da 80 t/anno abbia un costo di 80.000 euro.

Si noti che la stima per l’unica Regione (la Campania) che fornisce il numero di macchine d’acquistare (198) rispetto alla stima di 196,7 macchine stimabili (dedotta dall’importo del bando meno il 20% e considerano macchine da 80 t/anno), è molto piccola.

Quindi quasi 690 nuove macchine installate nel biennio 2019-2020.